11 novembre 2007

Ciliegia rossa su piastrelle bianche

Sono semplici, piene di dolcezza, sensualità e ironia le poesie di Maram al-Masri, autrice siriana capace di cantare i sentimenti con lo stesso sguardo limpido e sincero della foto che la ritrae in copertina.
Le sue liriche sono da leggere lentamente, per assaporare l'equilibrio perfetto tra seduzione, illusione e passioni espresso nei sui versi.

Senza dubbio, il più bel libro di poesia letto quest'anno.
Ciliegia Rossa su Piastrelle Bianche è pubblicato dalla casa editrice Liberodiscrivere. Questa poesia, che parla d'incontri e di destini è una delle mie preferite:


في شهقة اللحظة
إلتقينا
عبرتني
وعبرتك
منحتني ألمي
ومنحتني فخرك
ستذهب لتروي
أرضا جديدا
وسأبقي أنا واجمة
كيف
تشابكت أيدينا




Nel singhiozzo dell'istante
ci siamo incontrati.
Mi hai attraversato,
ti ho attraversato.
Mi hai dato il mio dolore,
ti ho dato il tuo orgoglio.
Andrai ad irrigare una terra nuova,
e resterò stupita
di come
le nostre mani si sono intrecciate.

Maram al-Masri, "Ciliegia Rossa su Piastrelle Bianche", Liberodiscrivere, 2006 (trad. it. di François-Michel Durazzo)

Nessun commento: