26 agosto 2011

due anni non sono niente

www.nottenera.it







Che cosa vuol dire tornare a ripetere l'esperienza della NotteNera, ma a distanza di due anni.
Che cosa vuol dire arrivare portando addosso, per ostinata volontà, gli stessi abiti di quella domenica del 2009 in cui partivo da Serra de' Conti dopo il worskshop di Javier Cura e Moss Beynon Juckes, stessa gonna lunga di seta stesso top ricamato, quasi a voler decretare per scaramanzia la chiusura d'un cerchio; quasi a dire è una magia, signore e signori, un motivo c'è, se questo lunghissimo filo del destino continua a svolgersi a intricarsi a districarsi.
Un motivo c'è, ci sarà pure.

Devo camminare lentissimamente su un velo d'acqua, la luce puntata a illuminare i movimenti millimetrici e graziosamente misurati di mani e piedi, mentre cerchi concentrici acquatici si riflettono su un bianco piannello.
Così devo, anzi dovrei, camminare, per poi iniziare a cantare una vecchia ninnananna algerina.
Vedo fare questa scena da una danzatrice d'esperienza, la grazia sublimata.
Mi demoralizzo, sudo freddo, mi sento così inadeguata che mi verrebbe voglia di scappare: no, io non ce la farò mai a far la stessa cosa, tantomeno di fronte a tante paia d'occhi che mi scruteranno da vicino, figuriamoci, mica sono una ballerina, neanche so stare in equilibrio, non ho il senso della perfezione e men che meno sono una cantante, questa è la verità.

"Se non hai equilibrio allora non usarlo" mi soccorre Javier "e usa piuttosto quello che già hai. Cos'hai?"
"Emozione. Paura." gli rispondo.
"Benissimo, allora usa quella, fino in fondo".

Mai copiare, bensì interpretare. Così ripete Moss, tante e tante volte.

E allora via, trasformo la perfezione in imperfezione, la coordinazione in tremito, la certezza in paura: movimenti di libellula sull'acqua diventano pesantezza d'anima che attraversa un fiume; il canto diviene preghiera.
Imperfetta impaurita incerta ma vera, questo sì, estremamente vera.

Eccolo il motivo, il motivo per cui sono tornata in questo paesino nelle Marche, sono tornata a ritrovarmi.

Nessun commento: