10 luglio 2013

luglio

Basilico by Norda Brilo
photo by Norda Brilo on Flickr

Niente peperoncino quest'anno - ancora devo smaltire quello dell'estate scorsa.

L'unico raccolto che ho fatto sul mio terrazzo è quello del basilico. 
Piantine fornite da mio padre, così come il terreno grasso. Al sole del mio terrazzo il basilico è cresciuto smodatamente. 
Annaffiato e regolarmente cimato, finché la scorsa domenica l'ho raccolto, pestato con aglio e pinoli, impregnando la cucina del profumo del pesto.

Tutte le foglie ho raccolto, tranne le ultime due.

Raccoglievo, e tra i tanti pensieri s'è infilato il ricordo di una leggenda letta chissà dove da bambina: l'ultimo frutto di ogni raccolto dovrebbe essere lasciato per gli spiriti. 
Questi si sarebbero presentati nei giorni successivi in forme variegate, così diceva la storia: pellegrini, anziane, bambini, animali, a reclamare in qualche modo l'ultimo frutto, e a dare la propria benedizione per gli anni successivi.

Le ultime foglie le ho lasciate sulla pianta.

Il giorno successivo, ci ho trovato in mezzo una cavalletta. 
Lo spirito peregrino del mio raccolto è arrivato in forma d'insetto saltante d'un bel color verde smeraldo.
Un ottimo inizio d'estate, direi.

Nessun commento: